mercoledì 28 ottobre 2009

COCKTAIL CHANT PUNTATA 58 - INTERVISTA TELEFONICA A PAPIK


Ecco a Voi, la playlist della puntata 58 del "Cocktail Chant", andata in onda martedì 27/10/2009 alle ore 21:00 su RCB - Radio Per Passione; puntata speciale e intervista telefonica al produttore romano Nerio Poggi a.k.a. Papik, che ci presenta il suo album "Rhythm Of Life" (Irma Records):

1. Rhythm Of Life
2. Crazy
3. E La Chiamano Estate
4. Staying For Good
5. Lady Bug Bossa

venerdì 23 ottobre 2009

NUOVE RELEASES SCHEMA RECORDS



Arriva l'album di debutto di Alessandro Magnanini con "Someway Still I Do", che è stato autore di alcuni singoli di successo come This Is What You Are e No Mercy For Me dell'album "Handful Of Soul" di Mario Biondi.
Le principali fonti di ispirazione sono i grandi produzioni del pop adulto del passato, dove le melodie facili vengono filtrate attraverso un approccio jazz e un linguaggio più colto. Le melodie sono identificate con le modalità da artisti eccellenti come Claus Ogerman, riferendosi in particolare a quelle prodotte per le prestazioni di Astrud Gilberto, le atmosfere orchestrali proprio del repertorio di Shirley Bassey, e il "giocoso" capacità evocativa di Henry Mancini.
Con la partecipazione di tre voci sognanti di Liam McKahey (Cousteau), Jenny B, Stefania Rava e Renata Tosi questo album include solo le versioni originali delle canzoni, al fine di creare una colonna sonora immaginaria.

Solo un anno dopo aver rilasciato il successo internazionale "Rituals", album, l'icona del jazz Italiano Nicola Conte ritorna con un doppio cd ri-masterizzato, cioè completamente nuovi brani che ha prodotto negli ultimi anni, come alcuni "remix" per alcuni dei suoi amici e, allo stesso tempo alcuni dei più interessanti artisti del jazz contemporaneo del mondo: Mark Murphy, Till Bronner, The Five Corner Quintet, Roberto Roena, Luisito Quintero, Bobby Hughes, Thunderball, Akiko, Maki Mannami e Sunaga T esperienza. Su rifacimenti di Nicola dei vari brani e sulla sua porta sentirlo accanto ai suoi favolosi sessioni di musicisti come P. Ciancaglini, D. Scannapieco, L. Tucci, P. Lussu, G. Partipilo, R. Giuliani e S. Deidda, F . Bosso, F. Boltro, e il finlandese T. Mäkynen e T. Lassy. Alla voce si sente il talento di L. Bassenge, M. Mannami, K. Sanders, A. Ricciardi, James J. e P. Weiss. Dall 'Italia al Brasile, America Latina, USA, Giappone e ritorno verso la Scandinavia e la Germania, "The Sound Of Modern Nicola Conte" ci porta in un viaggio nei suoni più raffinati si può ottenere quando si tratta di Jazz Bossa aromatizzato, escursioni latine scanalature e soulful.

giovedì 22 ottobre 2009

COCKTAIL CHANT PUNTATA 57

Ecco a Voi, la playlist della puntata 57 del "Cocktail Chant", andata in onda giovedì 22/10/2009 alle ore 21:00 su RCB - Radio Per Passione:

1. Lamb - Gabriel
2. Ana Carolina & John Legend - Entreolhares [Nove]
3. Erykah Badu - Soldier (Grant Phabao Remix) (www.parisdjs.com)
4. Michael Jackson - Rockin'Robin (Grant Phabao Remix) (www.parisdjs.com)
5. Morcheeba - Summertime [Big Calm]
6. Part Time Heroes - Sun Will Shine [B Side) (Time Rec)
7. Pino Daniele - A Me Me Piace O'Blues
8. Bud Spencer Blues Explosion - Blues Di Merda [Happy]
9. Marcilo Agro & Il Duo Maravilha - Un Sorriso Da Indossare [Tra L'Altro]
10. Daft Punk - Harder, Better, Faster, Stronger [Discovery]

martedì 20 ottobre 2009

COCKTAIL CHANT PUNTATA 56

Ecco a Voi, la playlist della puntata 56 del "Cocktail Chant", andata in onda martedì 20/10/2009 alle ore 21:00 su RCB - Radio Per Passione:

1. Beyoncè - Listen [B'Day]
2. Cunnie Williams - A World Celebration [A World Celebration]
3. Henry Mancini - The Pink Panter Theme (1963)
4. Why Don't You Do Right? (Amy Irving)(Chi ha incastrato Roger Rabbit) Colonna Sonora
5. Franco Micalizzi - Roma A Mano Armata
6. Ira Newborm - Una Pallottola Spuntata
7. Daft Punk - Around The World [Homework]
8. Everything But The Girl - Corcovado
9. Sagi Rei - Promise Land [Emotional Songs]
10. Harmonic 313 - Word Problems [When Machines Exceed Human Intelligence]

domenica 18 ottobre 2009

Marcilo Agro e il duo Maravilha - Sono Uscite Le Materie


Immaginate di riguardare le vostre vecchie foto del liceo. Quelle che vi ritraggono nel periodo dell’adolescenza. In quel mondo strano in cui si provavano le emozioni più spontanee, ma anche acerbe, o meglio acri. Qulle stesse sensazioni che sono rimaste vivide per anni, fino a che l’ineluttabilità della vita adulta non le ha sopite nel profondo.
Ecco, i Marcilo Agro e il Duo Maravilha riescono a scovare queste suggestioni e a riversarle nelle loro canzoni. Così, lievemente, i brani di “Sono uscite le materie” (Halidon, 2009) del duo indie-folk si insinuano nella mente, a scandagliare quell’universo nascosto di semplicità e innocenza che avevi scordato.
Mini biografia. L’esodio datato 2005 con l’EP “Tra l'altro” (Room Service Records) è senza dubbio incoraggiante. Una pausa di due anni e arriva la conferma della validità della formula acustica alla Kings of Convenience con “Viva a Ilusao” (I Dischi dell'Amico Immaginario, 2007), ottimamente recensito sia sulle riviste cartacee che nel web. Così gli arpeggi calcolati, le linee vocali attorcigliate con raffinatezza e le storie di una profondità tenue non passano inosservate, consentendo alla band anche un’apparizione sul palco dell’Alcatraz di Milano come opening act per nientemeno che gli Oasis dei fratelli Gallager.
Ma torniamo in tema. Questo nuovo album prosegue appunto sulla via del minimalismo acustico.
L’apertura del disco è prodiga di atmosfere intriganti con la poesia pura di “Amarti”, con la fresca ingenuità di “Bagnino” e con l’evocativa “Mi ricordo”. Perde poi un po’ della sua spontaneità pop nel finale, con una forse eccessiva ostinazione per le citazioni colte e la costanza nel voler meravigliare l’ascoltatore quasi ad ogni costo.
Circa i rimandi contenuti nell’album si è già detto dei norvegesi Kings of Convenience. Ma si può anche ritrovare il gusto per i temi intimi, sentimentali e colti delle liriche degli Smiths di Morrissey e Marr. Peraltro il richiamo agli anni ’80 c’è comunque, con la bella “versione maravilha” di “It’s A Sin” dei Pet Shop Boys. Per finire la carrellata internazionale, certe soluzioni rievocano in qualche modo le ballate acustiche più riuscite e malinconiche degli Smashing Pumpkins. Sul versante della musica nostrana l’attrazione magnetica rispedisce a certe sonorità di stampo Moltheni periodo “Splendore e Terrore” (“Amarti”). Mentre qualche gioco di parole richiama alla mente i testi di Morgan (“Futuri Coniugali”, “Futa Yemenita”).
Non si frantenda questa lunga lista di riferimenti, il disco della band piemontese è un un piccolo prodigio. In un panorama indie in cui la canzone d’autore e il folk acustico vengono riscoperti e riproposti anche a sproposito, i Marcilo Agro e il Duo Maravilha si scorgono nitidamente per personalità, semplicità e ispirazione.

[fonte: storiadellamusica.it]

MILANO JAZZ DANCE COMBO (Record Kicks)


ECCELLENTE PROGETTO CONCEPITO E PRODOTTO DAI FRATELLI LOGRECO (SOULSTANCE/SCHEMA RECORDS). 13 BRANI INCEDIARI A CAVALLO TRA DANCEFLOOR, FUNK, CLUB E LATIN JAZZ. OSPITI ALLA VOCE: COLONEL RED, DIONNE CHARLES, ALICE RICCIARDI E MOLTI ALTRI!

FILE UNDER: JAZZ DANCE / CLUB

Prodotto dai fratelli LoGreco (Soulstance/Schema Records) già dietro la strepitosa hit ‘This is what you are’ di Mario Biondi, insieme a Nick Recordkicks, Milano Jazz-Dance Combo è un nuovo ensemble dedito alle sonorità dancefloor jazz & club. Oltre ad alcune delle voci più brillanti in ambito Funk e Soul moderno, per questo nuovo progetto Gianni ed Enzo hanno chiamato a raccolta nel loro studio milanese alcuni dei più bravi talenti della nuova scena jazz milanese. Aspettatevi nel disco 13 tracce all'insegna del ritmo sfrenato, delle percussioni, dei fiati e del groove. 13 singoli in grado di infiammare qualsiasi dancefloor a cavallo tra latin jazz, brazilian beats, dancefloor grooves, funk & fusion.

BREVE BIO:
Gianni & Enzo LoGreco (aka Lo Greco bros) sono due figure di spicco della scena Nu Jazz nazionale. Come Soulstance e Quintetto Lo Greco hanno pubblicato 5 dischi per la Schema Records, hanno prodotto i tre dischi di Gerardo Frisina che lo hanno consacrato a livello internazionale, lavorato con Nicola Conte, Rosalia De Souza e molti altri.
Lista brani:
1. Much More - Milano Jazz Dance Combo & Colonel Red
2. Don't Cry - Milano Jazz Dance Combo & Dionne Charles/a>
3. Feelin' Good - Milano Jazz Dance Combo & Katherine Ruestow
4. Just In Time - Milano Jazz Dance Combo & Alice Riccardi
5. Sam Blues - Milano Jazz Dance Combo
6. Goodbye - Milano Jazz Dance Combo & Felix
7. Broken Rose - Milano Jazz Dance Combo & Roxie Ray
8. Iperbole - Milano Jazz Dance Combo
9. Please Don't Go - Milano Jazz Dance Combo & Katherine Ruestow
10. Turn Up The Heat - Milano Jazz Dance Combo
11. Sweet Love - Milano Jazz Dance Combo & Dionne Charles
12. Beat Under My Skin - Milano Jazz Dance Combo & Roxie Ray
13. Changes - Milano Jazz Dance Combo & Colonel Red

[fonte: audioglobe.it]

giovedì 15 ottobre 2009

"Carovane", nuovo singolo di Sergio Cammariere


Nuovo singolo per Sergio Cammariere. Il brano è “Carovane” e anticipa il nuovo album del cantautore che uscirà il 30 ottobre con lo stesso titolo. Il pezzo è in rotazione radiofonica da venerdi 2 ottobre.
Dopo tre anni dall’uscita delll’ultimo album, Sergio Cammariere torna con il singolo “Carovane” che anticipa l’album omonimo in uscita il 30 ottobre su etichetta Emi Music Italy.
“Carovane” intese come sogno e metafora dell’esistenza - il viaggio che si compie in questo mondo e sulla strada della vita - cercando di coglierne “i segni” e la vera essenza. Il ritmo incalzante rotola su tre strofe cicliche. E’ nata così una musica che rincorre il tempo e si apre a nuove sonorità.
Unico testo dell’album con questo tipo di scrittura, le parole sono di Roberto Kunstler, con Sergio Cammariere al pianoforte ed i suoi musicisti Luca Bulgarelli al contrabbasso, Amedeo Ariano alla batteria, Bruno Marcozzi alle percussioni, l’Orchestra DIMI diretta da Marcello Siringano, arrangiamenti di Sergio Cammariere e Javier Girotto al sax soprano e baritono.
[fonte musicroom.it]

COCKTAIL CHANT PUNTATA 55

Ecco a Voi, la playlist della puntata 55 del "Cocktail Chant", andata in onda giovedì 15/10/2009 alle ore 21:00 su RCB - Radio Per Passione:

1. Alicia Keys – Doesn’t Mean Anything (RCA/JIVE Label Group)
2. Kool & Gang – Jungle Boogie (1973)
3. Kings Of Convenience – Mrs Cold [Declaration Of Dependence] (Virgin)
4. Soundspecies – Something New (Brazilya Part 2)[B Side] (Time)
5. South Conspiracy – Security Warning [The Legend Of Faceless Men]
6. Marc Moulin – Into The Dark
7. Massive Attack – Psyche [Splitting The Atom EP]
8. Zero 7 – Everything Up (Zizou)
9. Franco Micalizzi – E Lo Chiamavano Trinità
10. South Conspiracy – Loungin’ [Future Breeze]

Moby - Wait For Me


Ieri mattina avevo nostalgia di tornare a fare le cose che facevo spesso da ragazzo,
prendere un pullman in città e fare un giro nei quartieri più lontani, quelli che non visiti spesso, quelli che ad una certa età erano quasì tabù, terre straniere..
Ho preso il lettore cd, quello grande, quello con le batterie che si scaricano dopo mezzora e tu per ricaricarle un pò le riscaldi fra le mani, ho l'ipod piccolo e con grande autonomia, ma oggi volevo stare con le cose di una volta, ho preso anche le cuffie del vecchio walkman, quelle con la spugnetta arancione che ti rimaneva attaccata alle orecchie..
Ho preso con me solo una cosa nuova, il nuovo album di Moby,Wait for me...

Sono salito nel tardo pomeriggio sulla linea 3 ho fatto il biglietto (perchè sono furbo) e mi sono lasciato trasportare, il tempo non era dei migliori però più avanti mi sarei reso conto che la cosa avrebbe aiutato ad apprezzare il cd che intanto era fermo nel lettore..
Premo play, parte il cd e parte anche il pullman..
Moby negli ultimi anni ha rivelato una certa nostalgia verso il mondo della musica dance alla quale lui era molto legato e ce lo ha fatto capire attraverso due album pieni di quei suoni che propone nei suoi dj set, ottimi lavori senza dubbio con uno spessore maggiore rispetto agli album sfornati da alcuni produttori europei che impastano le solite cose e ce le propongono ogni primavera..
La prima traccia mi fa capire che Moby è stanco di correre dietro ai bpm incalzanti dei precedenti album e manda a casa la batteria elettronica per stendere al suo posto dei tappeti sonori degni della colonna sonora del viaggio più bello del mondo.. Sembra il sequel di Play ma più curato, triste e malinconico allo stesso modo del suo fratello maggiore, si nota una maturità ancora più ampia, che per un artista del calibro di Moby vuol dire quasi perfezione..
I palazzi nuovi si sovrappongono a quelli vecchi e in alcuni quartieri le facce e le persone sono sempre le stesse, almeno fuori, dalle cuffie che non isolano come i più modermi auricolari riesco a sentire il rumore del vecchio bus che arranca fra cumuli di cenere e macchine in seconda fila e quelle quattro nuvole che sembravano timidi fazzoletti abbandonati, han portato la pioggia, e io non sono ancora a metà strada con le tracce del cd, la numero cinque merita di essere ascoltata e riascoltata, mi spinge quasi a scendere dal pullman e camminare a piedi sotto la pioggia, mi sforzo di comprendere lo stato d'animo di Moby, era tranquillo o stanco e triste durante la creazione di questo album?
Sto scivolando sempre più in basso e ormai mi sembra di essere diventato parte di questa macchina ora colma di gente ora vuota, la sesta traccia dove compare la voce dell'autore la voglio dedicare all'autista " Don’t speak to me this way, Don’t ever let me say, Don’t leave me again" quella faccia inespressiva solcata da rughe come strisce strisce sull'asfalto, che guarda avanti immerso in chissà quali pensieri..
Fino alla traccia dieci è un dolce farsi male, è un fermarsi a riflettere su tutto, è un chiedere al mondo di fermarsi un attimo e poi ancora e ancora..La traccia undici è maestosità, un lieder da camera ipnotico e rarefatto che segna il reale intento di Moby, farci fermare...
Io sono quasi ritornato al capolinea e nel lettore correva la traccia sedici, per la prima volta scendendo dal bus ho incrociato lo sguardo dell'autista, un uomo calvo sulla quarantina, spalle strette e strani occhiali che nascondevano buona parte del viso, ho tolto le cuffie facendo attenzione che le spugnette non rimanessero attaccate alle orecchie, il tizio mi ha guardato ha sorriso un pò e con uno strano accento inglese mi ha augurato la buonasera...

Rubrica a cura di Dj Morph

mercoledì 14 ottobre 2009

Air..Meglio capire quando è tempo di fermarsi


E' successo tutto dieci giorni fa, il solito stakanovista delle poste mi citofona alle 10 del mattino e, con la voce impastata di quel sarcasmo e sadismo che lo rende quasi felice di svegliare un ragazzo che come me solitamente alle 3 del mattino è ancora a coccolare vinili, mi dice "Un pacco da firmare"... Scendo tutto trafelato con il jeans e la giacca del pigiama, scalzo, la sensazione di freddo sui piedi sarebbe stata nulla rispetto a quello che mi stava per capitare...

Salgo su, già in ascensore una strana sensazione di pesantezza, ma non fisica, più qualcosa di mentale, tipo un presentimento, mi fermo sul pianerottolo, a metà fra le porte dell'ascensore e la fredda realtà del pavimento... mille domande, mille pensieri, cos'ho? Ho lasciato l'acqua aperta? Ho dimenticato le chiavi? Mi sono preso un raffreddore? lo sapevo io, fare il bello e scendere scalzo per le scale a 30 anni i primi di ottobre, panico che sia la strana influenza, no non può essere... ad un tratto un urlo mi riporta alla realtà, "allora quest'ascensoree!!"...

Rientro in casa ignaro che stavo per portare il nemico in casa stretto fra le mani, in quel pacco. .

Dieci giorni dopo:il pacco è rimasto chiuso per dieci lunghi giorni,la noia, il dolore e il vuoto mi han portato via quella strana sensazione che è riapparsa stamattina tra il secondo caffè e la solita canzone di Rino Gaetano, il pacco era li immobile e spolverato (mamma spolvera tutto ciò che nn si muove)..

Lo apro piano, quasi gli chiedo scusa per non averlo aperto prima, un attimo mi fermo e ci rimango stranito quando leggo "AIR"..Air? Ma non erano rimasti in panne su Urano dopo una serata in giro per il sistema solare? Si chiama Love 2, (han fatto anche Love 1?) Air..apro il libricino per controllare se sono effettivamente loro..si si i nostri cugini francesi che si dedicavano alla sperimentazione elettronica e che han fatto un album che è una pietra miliare del genere dal nome Moon Safari..Metto il cd nel lettore..ascolto..aspetto quattro minuti e poi decido di scrivere loro una lettera aperta di protesta.

Brindisi,Italy (i cugini senza la R moscia e che non campano sulle spalle dell'inquinamento altrui)..

Alla cortese attenzione dei signori Jean-Benoit Dunckel e Nicolas Godin conosciuti anche con il nome d'arte di Air.

Sono un giovane (non sono molto giovane in realtà però suona meglio così) dj e produttore italiano,

in buona sostanza i miei avi vi hanno insegnato la nobile arte di tutto, quindi nel momento in cui vi sentirete offesi per le parole che sto per scrivervi dovete capire che la delusione ha raggiunto livelli critici e tocca anche il nostro essere amanti dell'arte

Il nuovo album è la lapide dove avete scritto in piccolo i vostri nomi e l'epitaffio è il titolo del cd..posso capire che senza l'aiuto degli amici di sempre le produzioni possono variare un pò, posso capire che senza i fondi di una volta la qualità sonora possa scemare..ma voi miei cari cugini avete toccato il fondo.

Un suono chill out non adatto nemmeno per il numero 26 di Buddha Bar,così già sentito che è quasi difficile trovare un riff,un beat una jam che non sia già presente in altri album..Manca lo spirito di autenticità del suono, e quel qualcosa in più che in tanti abbiam saputo apprezzare negli altri lavori, non in tutti ma diciamo che non erano così bassi. Prendere qualche spunto poetico di Wilde non migliora di certo le cose, uno psycho acid rock misto del Kraut rock può farvi belli agli occhi di giovani adolescenti reduci da un Oktober Fest e un concerto di Ramstein..ma a chi vi seguiva con "amore"...

Arrivo sofferente alla traccia numero sette che mi colpisce un pò (è vostra???sinceri, l'avete scritta voi??) e poi decido di staccare tutto e rimettere il cd nella custodia.

Ore 11, vi ho preparato il pacco, il cd è dentro al sicuro, mi sono meritato di ascoltare una sola traccia decente su dodici, non la sentirò mai più, vi rimando il cd indietro, non mi merito queste cose, la prossima volta che avete idee per un album e lo fate tutto da soli all'Atlas studios di Parigi, fate una cosa, fatevi un favore e fatelo anche a noi, affittate gli strumenti a dei ragazzini che fanno rock punk emo dark hardcore acid, e voi state buoni a casa vostra..

Con affetto il vostro cugino italiano

Rubrica a cura di Dj Morph

COCKTAIL CHANT PUNTATA 54

Ecco a Voi, la playlist della puntata 54 del "Cocktail Chant", andata in onda martedì 13/10/2009 alle ore 21:00 su RCB - Radio Per Passione:

1. Corinne Bailey Rae - Like A Star [Nick The Nightfly - The Collection](Sony Bmg)
2. Safari - Dark Continent [Global Chillout Lounge] (Giucar)
3. Diesler - Revelations (Jazzinvaders Rmx) [Tracks On The Rock] (Family Affair)
4. Marcos Valle - Agua De Coco [Nick The Nightfly - The Collection](Sony Bmg)
5. Flow Dynamics - Bossa For Bebo (Diesler Rmx) [Tracks On The Rock] (Family Affair)
6. Chill Pill - Africa (Savannah Mix) [Global Chillout Lounge] (Giucar)
7. Harley & Muscle - Blowing The Flute [Occhi Occhi Oh] (Harley & Muscle Productions)
8. thediningrooms - Thin Ice [The Jazz Thing] (Schema Records)
9. Amalia Grè - Amami Per Sempre [Nick The Nightfly - The Collection](Sony Bmg)
10. Nina Simone - The Look Of Love (Madison Park vs Lenny B. rmx) [Nick The Nightfly - The Collection](Sony Bmg)

giovedì 8 ottobre 2009

COCKTAIL CHANT PUNTATA 53

Ecco a Voi, la playlist della puntata 53 del "Cocktail Chant", andata in onda giovedì 08/10/2009 su RCB - Radio Per Passione:

1. Chris Botti - All Would Envy [The Nightfly 6 – Heart Beat]
2. Cousteau - The Last Good Day Of The Year [The Nightfly 6 – Heart Beat]
3. The Herbaliser Band - Mr Chombee Has The Flow (Kizmaiaz)
4. Boozoo Bajou - Night Over Manaus
5. Lee Ritenour - Get Up Stand Up [The Nightfly 6 – Heart Beat]
6. Monodeluxe - Get Around With It [Occhi Occhi Oh] (H&M Productions)
7. Tosca - Joe Si Ha [No Hassle] (Kizmaiaz)
8. [Re:Jazz] - People Hold On (Alternate A Capella Take) [Nick The Nightfly Special Edition] (Sony Bmg)
9. Koop - I See A Different You [Nick The Nightfly Special Edition] (Sony Bmg)
10. Nick The Nightfly with Kim Prevost & Bill Solley - Patu Patu Patu [Nick The Nightfly Special Edition] (Sony Bmg)

martedì 6 ottobre 2009

COCKTAIL CHANT PUNTATA 52

Ecco a Voi, la playlist della puntata 52 del "Cocktail Chant", andata in onda martedì06/10/2009 alle ore 21:00 su RCB _ Radio Per Passione:

1. John Legend – Ordinary People [Nick The Nightfly – Special Edition] (Sony Bmg)
2. Kings Of Convenience – Misread [Nick The Nightfly – Special Edition] (Sony Bmg)
3. Blitzen Trapper – Black River Killer (Kizmaiaz)
4. Boozoo Bajou – Sign [Grains[ (K7/Kizmaiaz)
5. Norah Jones – Sunrise[Jazz For A Summer’s Day] (Blue Note Records)
6. Nicola Conte – Sea And Sand [Jazz For A Summer’s Day] (Blue Note Records)
7. Tenorio Jr – Consolaçao [Viagem 2]
8. Sergio Cammariere – Malgrado Poi [Nick The Nightfly – Special Edition] (Sony Bmg)
9. Milestone feat Gino Paoli – Sapore Di Sale [Jazz For A Summer’s Day] (Blue Note Records)
10. Fabrizio Bosso – Summer Samba [Jazz For A Summer’s Day] (Blue Note Records)

venerdì 2 ottobre 2009

Rumors


Sono le 11.47 e sono immerso in mille cose da fare, facebook mi distrae, mia madre compone suoni distorti con frullatori e aspirapolveri e io sono indeciso su cosa consigliarti questa settimana..
Fra le tante cose che le buone amiche etichette mi han mandato ho scelto un cd che non ho avuto nemmeno il tempo di aprire..non me ne voglia il buon Barry Lynn, che ai più è conosciuto come Boxcutter, irlandese che sa come attirare l'attenzione su di sé con un album che riscrive il modo di vedere il dubstep; non è diciamo quello classico di Burial (si lo so, l'ho citato la settimana scorsa e nemmeno quello stravaggiante di Harmonic 313). I suoni acid si fondono a quelli Idm e ti devo confessare che una cosa del genere non ti lascia indifferente: sembra quasi di essere precipitati all'inferno, alcune distorsioni non si sopportano, ma quello strano impulso che ci spinge quasi a farci del male spinge la mano sulla manopola del volume e lo alza finchè gli occhi non si chiudono, quasi a non voler veder cosa viene fuori dalle casse...la voce usata in maniera discreta si fonde con note e similnote acid funk, acid house e cose che non saprei ben definire..solo quattro anni di carriera ed un livello così alto mi lasciano presagire che questo ragazzo che ha alle sue spalle due album degni di ascolto, possa salire a livelli più alti; una grande fantasia musicale a volte toccata da quel senso futurista difficie da accettare da chi ha radici ben salde nella classica drum & bass e nella forma più semplice di dubstep ma che incuriosisce anche il più scettico..strana la chiusura mista di acid jazz,malinconico,stanco...e con strani rumori..uhm no questi li fa ancora mia madre...

Rubrica a cura di Dj Morph

giovedì 1 ottobre 2009

COCKTAIL CHANT PUNTATA 51

Ecco a Voi, la playlist della puntata 51 del "Cocktail Chant", andata in onda giovedì 01°/10/2009 alle ore 21:00 su RCB - Radio Per Passione:

1. Bliss feat Boy George – American Heart
2. Rigo – The Moon Is You [Smiles & Trouble] (Irma)
3. Cesaria Evora – Miss Perfumado
4. Curtyes Mayfield – Superfly
5. Nina Simone – Nobody Knows You When Youre Down And Out
6. Gare Du Nord – Poor Boy's Blues #2
7. Conjure One feat O'Connor Sinead - Tears From The Moon (Carmen Rizzo Chillout Mix)
8. De Phazz – Jazz Music
9. Randy Crawford – Imagine
10. Mario Venuti – Nina Morena [Mai Come Ieri – 1998]